• hr
  • en
  • de
  • it
  • ru

Perché investire in Croazia?

 

Per la sua ottima posizione geopolitica

La Croazia è attraversata dai tre principali corridoi paneuropei che rappresentano la via più breve per andare dall’Europa occidentale all’Asia e dall’Europa orientale al Mediterraneo.

Parte dell’Europa sud-orientale, la Croazia è al centro di un’area alla quale s’affacciano l’Italia, la Slovenia, l’Ungheria, la Serbia, la Bosnia e Erzegovina ed il Montenegro. Essa, dunque, gode d’una posizione geopolitica ideale per raggiungere i mercati dell’UE e quelli dell’Europa sud-orientale.

La vicinanza di alcune capitali dei Paesi dell’UE (Budapest, Vienna, Lubiana) facilita l’accesso al vasto mercato europeo e a nuovi clienti.

V (Vienna − Trieste/ Capodistria – Lubiana − Budapest − Lvov-Kijev)

Ramo B

Fiume − Zagabria − Goričan − Budapest

Ramo C

Ploče − Sarajevo − Osijek − Budapest

X (SalisburgoLubianaZagabriaBelgradoSkopjeSalonicco)

Ramo A

Graz − Maribor − Macelj − Zagabria

VII (fiume Danubio)

Per la sua moderna infrastruttura viaria

La Croazia, con eccellenti infrastrutture stradali e modernissime autostrade, una rete ferroviaria ben sviluppata, 6 porti marittimi e 7 aeroporti nazionali ed internazionali, offre grandi opportunità per il trasporto multimodale delle merci.

Negli ultimi anni la Croazia ha investito ingenti risorse nello sviluppo dei corridoi paneuropei, innanzi tutto nella propria rete stradale e autostradale, e poi nello sviluppo delle infrastrutture portuali. Il paese continuerà anche nel futuro a investire per il miglioramento dei trasporti, delle telecomunicazioni e delle infrastrutture energetiche.

Combinando diverse modalità, risparmierete sui costi del trasporto!

Misure d’incentivazione attiva per gli investimenti

La nuova Legge sugli incentivi per gli investimenti offre attraenti misure d’incentivazione. S’inizia con le imprese che investono minimo 150.000 EUR e creano almeno 5 nuovi posti di lavoro, e si prosegue con le micro imprese che investono 50.000 EUR e creano almeno 3 nuovi posti di lavoro.

Alcune misure prevedono anche una riduzione dell’aliquota dell’imposta sul profitto, addirittura del 100% per investimenti superiori a 3 milioni di EUR, corrispondente ad un massimo di 9.000 EUR per ogni nuovo posto di lavoro, e sino a 1 milione di EUR per gli investimenti in capitale fisso che superino i 5 milioni di EUR.

Per maggiori informazioni sugli incentivi per gli investimenti, scaricate qui il nostro quadro di sintesi della Legge sugli incentivi per gli investimenti.

L’imminente ingresso nell’UE  

Con l’ingresso nell’Unione europea, la Croazia avrà modo di usufruire d’ingenti risorse finanziarie provenienti dai fondi strutturali dell’UE. Soltanto limitatamente alla seconda metà del 2013 è prevista “un’iniezione” di circa 450 milioni di EUR, mentre dal 2014 la Croazia avrà accesso a circa 1 miliardo di EUR l’anno. Gran parte di queste risorse sarà destinata a supportare le PMI. Le società costituite in Croazia da parte d’investitori stranieri potranno concorrere alla ripartizione dei fondi EU a parità di condizioni rispetto alle imprese domestiche.

Oltre che per l’accesso ai fondi UE, la Croazia, in quanto nuovo membro dell’Unione europea, è il Paese ideale per accedere al grande mercato europeo che vanta un bacino di 500 milioni di potenziali clienti.

Con costi operativi inferiori rispetto alla gran parte dei Paesi membri dell’UE e con un’eccellente posizione geopolitica, la Croazia si profila come la destinazione ideale per investire.

Forza lavoro qualificata e concorrenziale

Le tante aziende straniere già presenti in Croazia apprezzano la competenza, l’esperienza e la capacità di comunicare in più lingue del personale croato. Secondo un sondaggio del 2009, il 78% dei croati afferma di conoscere almeno una lingua straniera. Nella gran parte dei casi si tratta della lingua inglese. 

La Croazia è tra i Paesi col più alto tasso di persone tra i 20 e i 24 anni con un’istruzione media superiore (fonte Eurostat). Negli ultimi anni il numero di studenti universitari che hanno raggiunto uno dei vari titoli accademici è in continuo aumento. Tutto ciò, accanto ad un buon numero d’istituzioni didattico – formative di alto livello, garantisce al mercato del lavoro croato forza lavoro qualificata e un facile accesso al processo di istruzione e formazione permanente.

croatia.eu